THE MULTIMEDIA EXPERIENCE

SEX MUSEUM

Tutta la storia della sessualità in VIDEO MULTIMEDIALI
dall'epoca preistorica ad oggi.
Multimediali con immagini, foto, ricostruzioni, effetti, titoli, voce narrante.
Un'esperienza multimediale unica.

UN VIDEO DI UN MINUTO ha la stessa efficacia comunicativa di circa 1,8 MILIONI di parole.

Forrester Research

LA STORIA DELLA SESSUALITA' IN VIDEO MULTIMEDIALI 
Where you want, when you want, with whoever you want!

Sex Museum (C) è la piattaforma digitale dedicata alla sessuologia,  mediante cui potrete conoscere tutta la storia della sessualità, dall'epoca preistorica ai tempi moderni, distintamente per ogni epoca storica, attraverso la visione di video multimediali con voce narrante.

Ogni periodo storico corrisponde ad una stanza. Attualmente sono disponibili 10 stanze + 6 stanze speciali.
Le stanze speciali sono dedicate a specifici argomenti, interessanti e completi, che fanno parte della storia e della evoluzione della sessualità.

Non è necessario alcun abbonamento annuale o iscrizione a pagamento.
Godete deI vantaggio in modalità VOD (Video on demand).
Scegliete, a vostra discrezione, quali stanze visitare: pagherete, di volta in volta,  il biglietto d'ingresso previsto.
Acquistato il biglietto, verrete immediatamente indirizzati al link per scaricare e/o vedere in streaming il file digitale (.mp4).

LA CONOSCENZA

della storia della sessualità è affascinante in sè, e rappresenta un'opportunità per prendere coscienza e comprendere meglio la storia del nostro stesso comportamento e della cultura in cui prende forma.

Video on demand: scegli e scopri la tua stanza preferita!

NOVITA'& COUPONS

Iscriviti per ricevere le nostre news & i coupons speciali riservati agli iscritti!

Sottoscrivendo il presente modulo, dichiaro di aver letto e di accettare la normativa in materia di privacy & cookie policy.

© Copyright 2021 -  All rights reserved
Rome, Italy - Academy 3.0 - Onlus

Tutti i multimediali sono protetti da © Copyright i cui diritti e contenuti
appartengono esclusivamente agli autori di Sex museum